Continuiamo a fare la scelta giusta: CANON, NIKON, SONY, PENTAX, OLYMPUS…..

Continuiamo a fare la scelta giusta: CANON, NIKON, SONY, PENTAX, OLYMPUS…..

Prima però voglio fare un piccolo gioco con voi. Chi mi sa dire tra queste tre foto quale è stata scattata con la reflex , quale con un cellulare e quale con una digitale??

Canzonieri Massimiliano - Piccolo geco immortalato dentro un vecchio lampione esterno in sicilia
Piccolo geco immortalato dentro un vecchio lampione esterno in sicilia
Canzonieri Massimiliano - Interno Guinness Storehouse
Interno Guinness Storehouse
Canzonieri Massimiliano - Tra le strade di Cefalù - Sicilia
Tra le strade di Cefalù – Sicilia

Leggete l’articolo e non sbirciate prima scoprirete la risposta 😉

Nel primo articolo sulle fotocamere digitali reflex, avevo subito puntato a chiarire un concetto: scegliete in base alle vostre esigenze! Bene direte voi, ho letto la guida, ho capito che la scelta dipende da tanti fattori, ma ora??! Su quale marca devo puntare?

Questo è forse il secondo grande dilemma in cui prima o poi  tutti noi ci troviamo di fronte e verso il quale tutti avremo più o meno la tessa reazione ‘:| . Io stesso, pur non essendo proprio a corto di idea quando ho cominciato a scegliere mi sono posto la stessa domanda . Avrò guardato una 50 di forum e letto decine di articoli. E poi? Di certo mi ero fatto una bella cultura ma questo non ha influito più di tanto la scelta. Essa è  arrivata da sola un po’ come quando le donne vanno a scegliere il vestito da sposa e sanno che quello giusto sarà quello che le farà provare più emozioni. Per me è stata la stessa cosa.

Quando ho parlato di tenere in mano la relfex, sentirne il peso, non era di certo per farvi perdere tempo tra i negozi e far togliere dagli scaffali le fotocamere al negoziante per poi andarvene dopo un ora abbondante senza aver acquistato nulla…

La relfex che sceglierete deve essere proprio come il vestito del vostro giorno speciale. Deve calzare a pennello. Riuscirete a percepire subito la differenza e l’ergonomia della macchina e il materiale con cui è fatto. Questo però non lascerà troppi margini di distacco tra una marca e l’altra proprio perché esistono così tanti modelli che molti si equivalgono in fatto di grandezza , ergonomicità, materiale… e allora? Non  c’è modo di scegliere? In realtà si. Personalmente sono sempre stato un po’ di parte nella scelta. La mia prima fotocamera è stata una Canon PoweShot A630. Dopo averla provata la prima volta me ne innamorai soprattutto per due motivi.. aderiva perfettamente alla mia mano tanto da non sentirla neanche ma, cosa più importante, imparai così velocemente ad utilizzare i tasti funzione e ad usarli senza neanche guardare dove essi si trovassero.

Il passaggio alla Canon EOS 70D fu quasi immediato. Macchina perfettamente bilanciata, ottimo materiale, giusto compromesso tra amatoriale e professionale, schermo rotante etc etc etc. Questa però non vuole essere una pubblicità  alla Canon. In realtà vi posso dire in seguito ho provato anche Nikon di pari livello ma nessuna di quelle che ho provato mi ha saputo dare subito la stessa sensazione.

Detto questo è d’obbligo però parlare di concetti più tecnici e di capire ancora meglio cosa ci può far prendere una decisione nello scegliere la marca giusta.

Vi siete mai chiesti perché si parla molto di più di Canon e Nikon  e molto meno di Sony, Pentax, Olympus….c’è una ragione precisa se si sono affermate maggiormente le due case. La ragione sostanzialmente è che queste due case hanno investito notevolmente nello sviluppo e nella ricerca di questa tipologia di prodotti tanto, da proporre al pubblico soluzioni di vasta gamma con tecnologie oggettivamente superiori, e con maggiore qualità anche in prodotti di fascia più bassa.
Non c’è dubbio infatti nel dire che nelle fotocamere digitali compatte, come la PowerShot A630, il processore Canon  aveva una qualità maggiore rispetto agli stessi modelli di altre marche.

Come suggerito da Maurizio Bazzaduro in un post su google+, oltre all’investimento sulla tecnologia c’è anche un investimento sul marketing. Queste aziende conoscono perfettamente i loro clienti e il loro target.

Ma c’è da dire una cosa importantissima riguardo a tutto questo discorso. Non è ovviamente la marca a fare grande un fotografo. Il concetto deve essere chiaro . Per quante soluzioni il mezzo può darvi , nulla sarà più importante del vostro occhio, della vostra pazienza e del vostro intuito nel fare la foto. Tutte le fotocamere digitali e non solo avranno un limite. C’è solo una cosa al mondo che non potrà avere nessun limite ed è proprio la vostra mente.

Ed ora torniamo al nostro gioco. Siete riusciti ad indovinare le foto?

Bene . La prima è stata realizzata con la digitale, la seconda al centro con una reflex e la terza a destra con il cellulare.

Se avete indovinato i miei complimenti avete gran occhio. Se invece non ci siete riusciti non vi preoccupate, questo è normale ed è la prova che la differenza la fa in parte la tecnologia 😉

Come sempre vi invito a seguirmi e a cliccare mi piace. Condividete se  vi è piaciuto l’articolo, ma soprattutto commentate. Avrò piacere a rispondere a tutte le vostre domande.

Grazie a tutti e buono scatto da

Articolo di

Massimiliano Canzonieri – Appassionato di tecnologia, fotografia, programmazione e web

Visita il sito Cube Tech, metti un like sulla nostra pagina facebook, ma soprattutto commenta i nostri articoli per dirci la tua , per ricevere suggerimenti o per proporre un argomento di cui parlare.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...